lunedì 5 novembre 2012

Pasta_gamberi_rossi_


Tempo della preparazione: 60 minuti
Costo della preparazione: medio-alta
Difficoltà: media


Ingredienti:

Per la pasta:
Carote viola
Farina di semola rimacinata
uova
latte
sale

Per la salsa:
Gamberi rossi
Bottarga
Mollica di pane
Olio extra vergine
Sale
Prezzemolo
Pepe

Procedimento:

Ho iniziato facendo bollire le carote in poca acqua, appena cotte le ho scolate e frullate con il frullatore ad immersione realizzando un composto liscio e vellutato. Il difficile viene proprio adesso, ovvero prima di trovare la colorazione giusta ho fatto diversi tentativi, visto che il colore naturale della carota frullata risultava molto scuro e intenso. Dopo diversi tentativi sono giunto alla conclusione di aggiungere un pò di latte e magicamente la purea ha preso un bel colore viola acceso.
Quindi le dosi con cui ho avuto il risultato migliore sono queste: 200 grammi di semola di grano duro, un rosso d'uovo, un uovo intero, e la miscela di carote e latte. L'ho lasciata riposare un oretta e poi l'ho passata nella sfogliatrice.
Per la salsa (molto semplice), ho preparato un soffritto con del cipollotto fresco e olio extra vergine, ho fatto rosolare le teste dei gamberoni rossi, sfumato con del vino bianco e aggiunto sale, pepe e un mestolo d'acqua per far proseguire la cottura per 4-5 minuti a fuoco bassissimo.
Ho tritato la mollica del pane molto finemente e l'ho tostata in padella con un filo d'olio.
Ho buttato la pasta in acqua bollente salata, e nel mentre ho tagliato le code dei gamberi a pezzetti, tritato il prezzemolo e affettato la bottarga. 
Ho scolato la pasta e saltata in padella a fiamma vivace, aggiunto il prezzemolo, ho impattato aggiungendo i gamberi rossi crudi, la bottarga e il pane tostato. 



 Queste sono tutte le prove che ho fatto, perchè l'uovo quando miscelato con la purea viola tende a scurire molto il composto, difatti appena riacquisto le carote devo ripetere la ricetta per trovare le dosi perfette per poterle farle abitualmente senza dover andare ad occhio.










0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.